• davideantichi

Benessere al tempo del COVID19: a me gli occhi

Non di solo disinfettante vive l’uomo si potrebbe dire parafrasando il Vangelo (https://www.treccani.it/vocabolario/non-di-solo-pane-vive-l-uomo/ ), proprio a voler sottolineare come, anche in un periodo di difficile lettura come questo, vi sia sempre di più l’esigenza di andare oltre le richieste più materiali, più ovvie, e di aprire uno sguardo più ampio, e profondo, sul bisogno di benessere, di stare bene, delle persone.


E allora, prima di tutto, focalizziamoci sugli occhi: rughe, macchie, borse, occhiaie, irritazioni e, naturalmente, forma e colore.

Non solo make-up quindi, ma anche idratanti, liftanti, schiarenti-depigmentanti, drenanti, lenitivi-calmanti, per trattamenti di lunga durata che permettano di rivitalizzare lo sguardo, restituendo valore e centralità agli occhi come strumento di espressione e di linguaggio, capace di una mimica e di una espressività piena ed appagante.

E poi la scelta della giusta metodica, dal linfodrenaggio per i trattamenti in cabina alla stimolazione di punti chiave a supporto dell’autocura, per il massimo dei risultati e alleggerire tensioni e edematosità.

Infine, in una logica perfettamente integrata, anche qualche esercizio di benessere visivo e i giusti consigli per l’alimentazione e nutraceutici ad azione detossinante, drenante e anti-ossidante.





28 visualizzazioni0 commenti